‘Food Shaping Kyoto’, Vitra Design Museum 

Risultati immagini per »Food Shaping Kyoto«

Il Vitra Design Museum OSPITA  dal 7 al 17 giugno, il Buckminster Fuller Dome la mostra ‘Food Shaping Kyoto’, nata da una collaborazione tra gli architetti di Basilea, Shadi Rahbaran e Manuel Herz, e il KYOTO Design Lab. La mostra visualizza i risultati di ricerche e workshop condotti a Kyoto, uno dei centri più vivaci della cultura alimentare in tutto il mondo.

Food Shaping Kyoto 07 – 17 June 2019, Buckminster Fuller Dome, Vitra Campus

Opening and Food Performance 09 June 2019, 4 pm, Buckminster Fuller Dome, Vitra Campus

Durante l’Art Basel di quest’anno, il Vitra Design Museum presenta la mostra »Food Shaping Kyoto« in collaborazione con gli architetti di Basilea Shadi Rahbaran e Manuel Herz e il KYOTO Design Lab. Dal 7 al 17 giugno 2019, lo spettacolo visualizza i risultati di ricerche e workshop condotti dal 2015 a Kyoto, uno dei centri più vivaci della cultura del cibo in tutto il mondo. Il suo ambiente e la sua storia distintivi illustrano come il cibo abbia plasmato la cultura e il design della città, il suo tessuto fisico e l’architettura. »Food Shaping di Kyoto« getta luce sulle dimensioni territoriali delle città e sulle reti di flusso di materiali in cui sono legate, mettendo in discussione le nozioni classiche di divisione geografica / urbana: come si alimenta una città? Come viene prodotto e distribuito il cibo all’interno di una città? E come sono modellate le città da queste dinamiche? La mostra include proiezioni video e installazioni appositamente progettate e costruite per la presentazione nello spazio unico della Buckminster Fuller Dome

Kyoto è classificata tra le capitali mondiali della cultura alimentare. Grazie al suo ambiente naturale e alla sua lunga storia come sede dell’imperatore giapponese, Kyoto ha sviluppato una ricca tradizione e cultura della produzione, distribuzione e preparazione del cibo. La città è sede di un insieme distintivo di alimenti come le verdure che vengono coltivate solo in questa regione o commestibili prodotti localmente come “yuba” (tofu skin), “saba sushi” (sushi sgombro conservato) e sake di alta qualità che beneficiano dalla morbidezza dell’acqua di Kyoto. Come sede della corte imperiale, gli abitanti svilupparono e perfezionarono rituali unici per servire il cibo, alcuni dei quali sono ancora presenti nella cucina odi “kaiseki”, piccoli piatti serviti nelle cerimonie del tè. In termini di distribuzione, il “mercato all’ingrosso di Kyoto” è stato il fondamento del commercio alimentare in città dal 1927 ed è stato un modello per mercati all’ingrosso simili in tutto il Giappone. Inoltre, »Nishiki Market«, situato nel centro storico della città, ha servito la popolazione generale per generazioni. Non è solo un luogo di commercio, ma anche per la produzione di alimenti locali specializzati, come il “bonito” essiccato (una specie di pesce) che viene esportato in tutto il mondo dal mercato.

Una proiezione video installata nel Buckminster Fuller Dome immerge i visitatori nel »Wholesale Market«, nel »Nishiki Market« e in altri spazi di cibo e commercio a Kyoto. Grandi tavoli circolari visualizzano la storia e la tradizione di lunga data della produzione alimentare e il suo impatto su Kyoto, mostrando come la città è modellata dal cibo e come questo è visibile nel tessuto urbano. Una collezione di oggetti fornisce una prova tangibile della cultura gastronomica della città, mentre un controsoffitto composto da carta giapponese “shoji” fa riferimento alle lastre traslucide “yuba” appese ad asciugare nelle aree di produzione del “mercato Nishiki”.

All’apertura della mostra sarà presente Kumiko Tanaka, capo chef di una bancarella del »mercato Nishiki. Preparerà i tradizionali “dashimaki”: questa frittata in stile giapponese è fatta in “makiyakinabe” (padelle rettangolari) mescolando una base di uova con “dashi” (brodo di pesce fatto con bonito essiccato e alghe brune) e piegando costantemente la miscela in la padella.

»Food Shaping Kyoto« is an exhibition by the Vitra Design Museum, Shadi Rahbaran, Manuel Herz, and the KYOTO Design Lab.

POSTATO  DA  ORNELLA  TORRE

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...