PROGETTO “ORIENTE MUDEC” DUE MOSTRE E UN PROGRAMMA DI INIZIATIVE

Risultati immagini per AL VIA IL PROGETTO “ORIENTE MUDEC”, CON DUE MOSTRE E UN PROGRAMMA DI INIZIATIVE DEDICATI ALL’INCONTRO TRA EUROPA E GIAPPONEAL VIA IL PROGETTO “ORIENTE MUDEC”, CON DUE MOSTRE E UN PROGRAMMA DI INIZIATIVE DEDICATI ALL’INCONTRO TRA EUROPA E GIAPPONEMilano, 30 settembre 2019 – Prende il via domani, martedì 1° ottobre, il progetto “Oriente Mudec”, un programma di iniziative che coinvolgerà tutti gli spazi espositivi del Museo per raccontare da diversi punti di vista – artistico, storico ed etnografico – gli scambi tra Giappone ed Europa (soprattutto Italia e Francia) attraverso il tempo e l’incontro culturale tra i due mondi.  Il progetto – coordinato da uno staff scientifico composto da esperti internazionali, dai conservatori del Mudec e della Galleria d’Arte Moderna, dal prof. Flemming Friborg e dallo staff di 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE – si articola in due mostre, che apriranno il 1° ottobre 2019 per terminare il 2 febbraio 2020, e in un programma di iniziative dedicato ad approfondire i molti diversi aspetti della cultura giapponese.

“Per un’intera stagione tutti gli spazi del Mudec saranno a…

Objects of Desire Surrealism and Design 1924 – Vitra Design Museum

Risultati immagini per Objects of Desire Surrealism and Design 1924 - Vitra Design MuseumRisultati immagini per Objects of Desire Surrealism and Design 1924 - Vitra Design MuseumRisultati immagini per Objects of Desire Surrealism and Design 1924 - Vitra Design Museum Risultati immagini per Objects of Desire Surrealism and Design 1924 - Vitra Design MuseumRisultati immagini per Objects of Desire Surrealism and Design 1924 - Vitra Design MuseumRisultati immagini per Objects of Desire Surrealism and Design 1924 - Vitra Design Museum Risultati immagini per Objects of Desire Surrealism and Design 1924 - Vitra Design Museum

Objects of Desire  Surrealism and Design 1924 – Today
28.09.2019 – 19.01.2020,  Vitra Design Museum

Il surrealismo è considerato una delle correnti artistiche più influenti del XX secolo. Nei mondi onirici da esso creati gli oggetti di uso quotidiano svolsero un ruolo centrale: furono oggetto di straniamento, ironizzati o assemblati in strani esseri ibridi. Sono nate così alcune delle opere chiave dell’arte moderna, fra cui «Ruota di bicicletta» (1913) di Marcel Duchamp o «Telefono aragosta» (1936) di Salvador Dalí. Ma il surrealismo diede impulsi importanti anche al mondo del design. Continua a leggere

“ANNI VENTI IN ITALIA L’ETA’ DELL’INCERTEZZA” – Palazzo Ducale, Genova

Risultati immagini per “ANNI VENTI IN ITALIA L’ETA’ DELL’INCERTEZZA” - Palazzo Ducale, Genova

“ANNI VENTI IN ITALIA L’ETA’ DELL’INCERTEZZA” aprirà il prossimo 5 ottobre.

 La mostra  è visitabile da sabato 5 ottobre 2019 a domenica 1 marzo 2020,

“Un percorso che si snoda attraverso le sale dell’Appartamento del Doge con oltre 100 opere e intende proporre un’indagine affascinante, mirata sulla complessità storico, politica, sociale e culturale del decennio e sull’impatto che i suoi precipui caratteri esercitarono sulle ricerche estetiche del tempo, in particolare sulla produzione pittorica e plastica.

Gli anni venti rappresentarono, infatti, una cruciale fase di passaggio tra il trauma della Grande Guerra – che comportò, tra l’altro, il crollo delle certezze e dell’ottimismo che avevano pervaso il primo decennio del nuovo secolo – e la crisi mondiale del decennio successivo. Crisi che, annunciata dal crollo di Wall Street dell’ottobre 1929 e seguita dalla progressiva affermazione sullo scacchiere internazionale di regimi dittatoriali, si concluse con un nuovo ancor più tragico conflitto.

A questa complessità di eventi corrispose, nel campo delle arti figurative, un’ampia varietà di declinazioni linguistiche che rappresentarono il termometro di un’epoca convulsa.

Nonostante la storiografia abbia spesso messo in rilievo il carattere ruggente e sfavillante di tale decennio, gli anni venti si presentano come un’epoca caratterizzata da una generale sensazione di inquietudine che, in campo pittorico, trovò riscontro in una vasta gamma di enigmatiche rappresentazioni di attesa, ma che alimentò pure – nell’aspirazione a una fuga verso l’altrove – l’esplorazione di universi spirituali, irrazionali e onirici, l’evasione verso dimensioni edonistiche e l’aspirazione a un ritorno al passato, condensata nella celebre definizione di “ritorno all’ordine”……………………………”

Artisti in mostra

Libero Andreotti, Baccio Maria Bacci, Eugenio Baroni, Ettore Beraldini, Pompeo Borra, Anselmo Bucci, Cagnaccio di San Pietro, Sexto Canegallo, Carlo Carrà, Felice Carena, Felice Casorati, Gisberto Ceracchini, Galileo Chini, Alimondo Ciampi, Primo Conti, Giorgio de Chirico, Giovanni Battista Costantini, Fortunato Depero, Nicolaj Diulgheroff, Antonio Donghi, Leonardo Dudreville, Ferruccio Ferrazzi, Fillia, Giacinto Fuga, Achille Funi, Tullio Garbari, Cornelio Geranzani, Giandante X, Giovanni Grande, Domenico Guerello, Virgilio Guidi, Carlo Levi, Gian Emilio Malerba, Alberto Martini, Arturo Martini, Pietro Marussig, Francesco Messina, Domingo Motta, Ubaldo Oppi, Lia Pasqualino Noto, Fausto Pirandello, Carlo Potente, Enrico Prampolini, Ram, Domenico Rambelli, Pippo Rizzo, Ottone Rosai, Mino Rosso, Oscar Saccorotti, Antonio G. Santagata, Alberto Savinio, Gregorio Sciltian, Scipione, Gino Severini, Mario Sironi, Ardengo Soffici, Pierangelo Stefani, Ernesto Thayaht, Mario Tozzi, Sandro Vacchetti, Lorenzo Viani, Adolfo Wildt, Dario Wolf, Giuseppe Zancolli.

Dal 05 Ottobre 2019 al 01 Marzo 2020

GENOVA  Palazzo Ducale . – piazza Matteotti

SITO UFFICIALE: http://www.palazzoducale.genova.it

Cremona presentazione delle tre giornate della 3^ Edizione EDIZIONE 2019 FESTA DEL SALAME e visita Salumificio Santini

Un  gruppo  di  giornalisti  provenienti  dalla  provincia  di   Milano,  Cremona  e  Piacenza, ha  partecipato presso  la Sala
della Consulta del Comune di Cremona
,  alla  conferenza  stampa di  presentazione  delle  tre  giornate  della   EDIZIONE 2019 FESTA DEL SALAME che   si  svolgerà  a  Cremona dal  25  al  27  ottobre, degustando poi  a  fine  conferenza presso la   Sala azzurra, un  eccellente aperitivo a  base  di  salumi  annaffiato  da  un  ottimo  lambrusco. Continua a leggere

GRANDI  BUGIE TRA AMICI  un film di GUILLAUME CANET

Risultati immagini per GRANDI BUGIE TRA AMICI un film di GUILLAUME CANETcon   FRANCOIS CRUZET  MARION COTILLARD
dal 12 settembre al cinema  durata: 125’

SINOSSI  Grandi bugie tra amici, il film diretto da Guillaume Canet, è il seguito della commedia Piccole bugie tra amici del 2010.. Preoccupato, Max si è rifugiato nella sua casa al mare per ritrovare la tranquillità. I suoi migliori amici, che non vede da tre anni, bussano a sorpresa alla sua porta il giorno del suo compleanno. La sorpresa è ben riuscita, meno l’accoglienza che Max riserva al gruppo…Ben presto Max precipiterà in un gioco di finzione e di falsa felicità che metterà la banda di fronte a delle situazioni a dir poco inattese. I bambini si sono fatti grandi, altri sono venuti al mondo e i genitori non hanno più le stesse priorità… le delusioni, gli incidenti della vita… quando tutti decidono di gettare la maschera, cosa resta allora dell’amicizia?
ornella  torre