Apertura delle iscrizioni alla  sesta edizione del Master in “Brand Design and Management: food, wine and tourism”


Apertura delle iscrizioni alla  sesta edizione del Master in “Brand Design and Management: food, wine and tourism”    che si terrà nelle sedi di IED  di Firenze e di Barcellona.
ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN – FIRENZE
CAMBIANO ASPETTATIVE, BISOGNI E COMPORTAMENTI DI ACQUISTO NEI SETTORI ENOGASTRONOMICI E TURISTICO.IGOR ZANTI DIRETTORE DI IED FIRENZE: “NELLA RIPRESA GIOCHERA’ UN RUOLO FONDAMENTALE
LA CAPACITA’ DI OFFRIRE  NUOVE ESPERIENZE  EMOTIVE E CREATIVE”.


NASCE LA FIGURA DEL BRAND DESIGN E MANAGEMENT IN  FOOD, WINE AND TOURISM.
IED FIRENZE E BARCELLONA

In un periodo in cui i settori della ristorazione e del turismo hanno sofferto e molto, a causa delle restrizioni pandemiche, nella prospettiva di una rapida ripresa giocherà un ruolo fondamentale la capacità di offrire nuove esperienze emotive.
Oggi le persone non comprano solo beni e servizi, ma cercano storie e magia anche nei settori enogastronomici e turistico“, spiega Igor Zanti direttore di IED  Firenze.  “La gestione della relazione, con un approccio coinvolgente e creativo, sarà la chiave per riconquistare  la fiducia dei propri clienti.”.Ed è con questo obiettivo che IED Firenze apre la sesta edizione del Master in “Brand Design and Management: food, wine and tourism”   rivolto a  studenti e a giovani professionisti  – con un metodo interdisciplinare tra design, arte, lifestyle e moda – per sviluppare competenze manageriali nel settore ho.re.ca.ed essere in grado di costruire i valori  di un  brand, la sua identità, il tono di voce per comunicare e relazionarsi con i clienti,.
Il corso, annuale e in inglese,  si tiene  tra le sedi IED di Firenze (primo semestre) e di Barcellona (secondo semestre) ed  offre competenze trasversali nel service design applicato all’hospitality e al turismo, con un focus specifico sul food (Barcellona) e sul vino (Firenze).
Catalogna e Toscana sono due regioni che hanno costruito il valore del proprio brand sulla territorialità come chiave per la riconoscibilità globale. Grazie a questo Master, gli studenti avranno la possibilità di sperimentare le diverse metodologie di branding e project management di successo, in uso in due tra le più importanti destinazioni turistiche in Europa“, conclude Igor Zanti.
Per informazioni:https://www.ied.it/firenze/scuola-management/corsi-master/brand-designand-management-food-wine-and-tourism/CP02932E

G20 AMBIENTE: GLI ANIMALISTI SOSTENGONO IL RUOLO CHIAVE DEL CAMBIAMENTO ALIMENTARE

 

 G20 AMBIENTE: GLI ANIMALISTI SOSTENGONO IL RUOLO CHIAVE DEL CAMBIAMENTO ALIMENTAREOggi al Palazzo Reale di Napoli è in corso il G20 Ambiente.

Con l’avanzare del riscaldamento globale, le politiche ambientali non possono più essere soltanto di tutela, ma devono riguardare anche gli investimenti sull’energia, per decarbonizzare l’economia, passando dalle fonti fossili alle fonti rinnovabili.

In Italia questo cambio di prospettiva è stato sancito dal passaggio delle competenze sull’energia al Ministero dell’Ambiente, ribattezzato Ministero della Transizione ecologica.

L’industria della carne è una delle principali responsabili dell’emissione di gas serra nell’atmosfera, producendo il 14% delle emissioni globali.
Si tratta di un dato rilevante considerando che tale percentuale è più dell’intero settore dei trasporti. Il consumo di carne produce un impatto maggiore rispetto a quello delle emissioni di treni, macchine, aerei e camion.

“I dati parlano chiaro: è necessario cambiare le nostre scelte alimentari, a favore di una dieta priva di carne. Abolendo e riconvertendo in altre attività produttive questa filiera si avrebbe un impatto significativo sulle emissioni globali di CO2 e metano.
Auspichiamo che dal vertice in corso si concretizzi la consapevolezza del peso dei consumi spropositati di carne.

È proprio questo consumo spasmodico a ledere il diritto di milioni di persone a vivere in un pianeta più pulito e sano, nonché a prova di cambiamento climatico”, dichiarano gli Animalisti Italiani.

DOG FILM FESTIVAL: ECCO I VINCITORI!

  DOG FILM FESTIVAL: ecco i vincitori!

Si chiude la prima edizione della rassegna cine-letteraria dedicata all’universo del cane  con l’assegnazione di premi e menzioni speciali per le categorie in e fuori concorso.

A breve le opere dei Producers sul canale YouTube del festival e una pubblicazione editoriale per i racconti dei Writers Si chiude con l’assegnazione di premi e riconoscimenti speciali l’edizione zero del   Dog Film Festival , curato da  Marco Panella , prodotto da  Artix  con il patrocinio di  Croce Rossa Italiana  e  FNOVI-Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italian i e la collaborazione di  Radio Dimensione Suono Soft  e  Trip for Dog . Ottimo l’esordio per la rassegna cine-letteraria dedicata al cane e all’universo affettivo e culturale che lo rende protagonista di storie e relazioni con l’essere umano: 542 le produzioni audiovisive professionali giunte da tutto il mondo e 62 i racconti brevi sottoposti al Festival ed esaminati dalla Giuria
CONTINUA A LEGGERE

Nicoletta cerca casi come quello del suo bambino, affetto da sindrome da microdelezione 5q14.3

Malattie rare, l’appello di Nicoletta che cerca casi come quello del suo bambino, affetto da sindrome da microdelezione 5q14.3

In tutta Italia le famiglie sarebbero 14. Obiettivo: creare un’associazione di pazienti

Per contattare Nicoletta basta scrivere un’email all’indirizzo nikita75n@gmail.com .

Roma, 15 giugno 2021 – La sindrome da microdelezione 5q14.3 è una malattia estremamente rara: così rara che sarebbero solo 14 i casi noti in tutta Italia. Trovare, quindi, famiglie con questa patologia è difficilissimo, ma Nicoletta è determinata nel cercare casi come quello del suo Jacopo, otto anni, portatore di questa malattia con aploinsufficienza del MEF2C.

Continua a leggere

2  giugno 2021 – 75^ ANNIVERSARIO DELLA REPUBBLICA ITALIANA

2 giugno 1946: 75 anni fa nasceva la repubblica Italiana - La voce del  Trentino

2  giugno 1946 – Nasce la Repubblica Italiana

75^ ANNIVERSARIO DELLA  REPUBBLICA  ITALIANA

La Repubblica Italiana nasce il 2 giugno 1946, in seguito ai risultati del referendum istituzionale indetto quel giorno per determinare la forma di governo dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Per la prima volta partecipavano  col loro   voto  anche le donne (che  emozione,  finalmente).

In  totale  28 005 449 erano  gli Italiani  aventi diritto al voto: 13 milioni circa lei donne e 12 milioni gli uomini.

I risultati furono proclamati dalla Corte di cassazione il 10 giugno 1946:
 12 717 923 cittadini favorevoli alla repubblica  e 10 719 284 cittadini favorevoli alla monarchia.

Il 2 giugno 1946, insieme con la scelta sulla forma dello Stato, i cittadini italiani elessero anche i componenti dell’Assemblea Costituente che doveva redigere la nuova carta costituzionale.

 Alla sua prima seduta, il 28 giugno 1946, l’Assemblea Costituente elesse a capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola, con 396 voti su 501, al primo scrutinio.

Con l’entrata in vigore della nuova Costituzione della Repubblica Italiana, il 1º gennaio 1948, De Nicola assunse per primo le funzioni di presidente della Repubblica.

Nello stesso anno, nel mese di maggio, fu poi eletto presidente della Repubblica Luigi Einaudi,

EVVIVA E  LUNGA  VITA  ALLA  REPUBBLICA  ITALIANA.

Fuga romantica per due al CDSHotels, il Grand Hotel Riviera di Gallipoli – Salento

 CDSHotels, il Grand Hotel Riviera

Riparte da una fuga romantica per due

E viene scelto dalle produzioni tv e cinematografiche

 L’Italia riparte. E lo fa in grande stile.

Ricomincia da una fuga romantica per due il Grand Hotel Riviera della prestigiosa catena alberghiera CDSHotels (www.cdshotels.it) . Sta piacendo moltissimo infatti la formula: 

Continua a leggere

Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia 

 Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia –  International Day Against Homophobia, Transphobia and Biphobia

La Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia, la transfobia è una ricorrenza promossa dal Comitato Internazionale per la Giornata contro l’Omofobia e la Transfobia è riconosciuta dall’Unione europea e dalle Nazioni Unite che si celebra dal 2004 il 17 maggio di ogni anno da    130 paesi

5 maggio, Giornata Mondiale dell’Asma 2021


5 maggio, Giornata Mondiale dell’Asma 2021
“Per controllare l’asma, meglio farlo con l’aiuto di tutti!”: il segreto di Respiriamo Insieme è una community per imparare a gestirla h24, una gara di meme, una survey per capire cosa fare di più e una petizione per l’asma graveQueste sono solo alcune delle attività vincenti che l’Associazione “Respiriamo Insieme-APS” è orgogliosa di promuovere in occasione della Giornata Mondiale dell’Asma. Un sostegno concreto di medici, specialisti, ricercatori, psicologi e pazienti stessi, ideato per supportare quanti soffrono di asma, asma grave e allergie, in ogni momento della giornata (e dell’anno!). E un focus mai riservato all’asma grave con una petizione per il migliorare la presa in carico, la diagnosi e la terapia
Milano, 3 maggio 2021 – L’azione è la forza di questa associazione, sempre pronta e attenta alle esigenze di quanti soffrono di asma. Una dinamicità che contraddistingue Respiriamo Insieme-APS, l’Associazione che in occasione della Giornata Mondiale dell’Asma del 5 maggio, ricorda le molteplici attività in corso.
“Crediamo in azioni sinergiche concepite e sostenute da persone diverse tra loro per competenze ma con lo stesso obiettivo condiviso: il miglioramento della qualità della vita delle persone asmatiche. Per controllare meglio l’asma – precisa Simona BARBAGLIA, Presidente dell’Associazione Respiriamo Insieme-APS e mamma di un ragazzo asmatico – serve la collaborazione di tutti, dal medico allo psicologo all’amico che ha l’asma come te. Quest’anno il tema della Giornata è un invito a superare i miti sbagliati legati all’asma, e la nostra associazione ha sempre dedicato grande attenzione all’informazione e all’educazione terapeutica al paziente attraverso le proprie attività e progetti che vedono coinvolti tutti gli stakeholder, perchè insieme siamo certi riusciremo a garantire risultati migliori per tutti”
SI CHIAMA RIC, LA COMMUNITY DI RESPIRIAMO INSIEME NATA DURANTE LA PANDEMIAGli oltre 300mila pazienti con asma, asma grave e allergie hanno uno spazio digitale di interazione e dialogo per imparare a conoscere e gestire meglio la propria malattia. Si tratta di una vera a propria comunità digitale (Respiriamo Insieme Community) creata dall’associazione Respiriamo Insieme-APS proprio durante la pandemia, destinata a tutti i pazienti, ai loro familiari, caregiver e a tutte le persone che condividono con i pazienti la vita quotidiana.“Il progetto RIC nasce dall’analisi dei bisogni emersi durante i numerosi progetti realizzati dal 2016 a oggi. A seguito delle numerose richieste ricevute nel primo lockdown – evidenzia Simona BARBAGLIA – abbiamo deciso di concretizzare questo spazio digitale di interazione e dialogo per accogliere, orientare, informare e dotare i pazienti di nuovi strumenti per gestire meglio la malattia. La nostra forza è la squadra fatta di medici, specialisti, psicologi e pazienti coinvolti in un percorso di conoscenza, consapevolezza e crescita”.
UNA GARA DI MEME PER RACCONTARE l’ASMA (E VINCERE UN CONCERTO)È possibile far conoscere l’asma attraverso una sensazione, un’esperienza, un’emozione? Respiriamo Insieme in occasione della Giornata Mondiale dell’Asma, si è ispirata al meme per far spiegare graficamente cosa significa vivere e gestire l’asma. E’ facile: basterà creare uno o più meme sulla propria esperienza (anche emozionale) con la malattia, condividerli sui propri canali social e taggare Respiriamo Insieme #asmameme #respiriamoinsiemememe per un re-post. Nel corso della Giornata Mondiale dell’Asma del 5 maggio, la giuria (composta dal Comitato scientifico e direttivo dell’associazione) voterà la migliore creazione premiandola con due biglietti di un concerto dell’artista preferito del vincitore”“L’obiettivo è quello di avviare un nuovo e più adeguato canale comunicativo riservato ai giovani, fiduciosi questo sia capace di produrre un cambiamento significativo e duraturo – spiega BARBAGLIA – nella loro consapevolezza e gestione della malattia stessa. Crediamo che la consapevolezza e il coinvolgimento possano essere raggiunti anche attraverso semplici azioni, come questa iniziativa” 
UNA SURVEY SULL’ASMA GRAVE PER SAPERE MEGLIO COME INTERVENIRERespiriamo Insieme, sin dalla sua costituzione ha l’asma grave come una tra le proprie priorità e vuole indagare questa malattia dal punto di vista del paziente attraverso una semplice survey online. Un obiettivo mai raggiunto finora e dal quale raccogliere più informazioni possibili per modellare gli interventi migliori e su misura per questi pazienti.“L’elaborazione dei dati ottenuti sarà fondamentale per andare incontro ai bisogni spesso non soddisfatti nella diagnosi e nel trattamento di questa malattia – continua BARBAGLIA – e per disegnare specifiche progettualità e attività che l’Associazione potrà realizzare a favore dei pazienti affetti da asma grave”

Continua a leggere

25  APRILE – Anniversario della liberazione d’Italia

25  APRILE  1945, L’ITALIAFINALMENTE   è  LIBERA  DAL  NAZIFASCISMO (ANNI  DOPO  IL  FASCISMO  RISPUNTERA’   CON  ALTRI  NOMI)

l’Italia comincia ad essere liberata DALL ESTATE DEL 1943  E  MEGLIO  ANCORA DALL’ 8 SETTEMBRE DEL  1943, INIZIANDO  dalla Sicilia fin verso il nord per arrivare al 25 aprile del 1945   data scelta per celebrare la Liberazione.

Gli  eserciti regolari in Europa  erano  affiancati dalla guerra clandestina ovvero  dalla Resistenza, combattuta dalle formazioni partigiane. Uomini  e  donne uniti in  clandestinità  in  una  battaglia  contro  il  nemico per  liberare il  territorio  nazionale  dal  nemico  che  l’occupava.

La data fu scelta dal CLN perchè proprio il 25 aprile, da Milano, partì l’appello per l’insurrezione armata della città di Milano, sede del comando partigiano.