Giornata mondiale del volontariato – 5 dicembre 2021

 

 International Volunteer Day
Giornata mondiale del volontariato – 5  dicembre  2021

riconoscimento dei volontari in tutto il mondo per il loro lavoro, il loro tempo e le loro capacità

La giornata mondiale del volontariato (in inglese International Volunteer Day) è una ricorrenza internazionale celebrata il 5 dicembre di ogni anno. È stata così designata dalla risoluzione 40/212 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 17 dicembre 1985

Le celebrazioni sono coordinate dai volontari delle Nazioni Unite (in inglese United Nations Volunteers).



Lo scopo della giornata internazionale del volontariato è quello di riconoscere il lavoro, il tempo e le capacità dei volontari in tutto il mondo.

L’attività di volontariato è quella di sostenere le iniziative di pace, gli aiuti umanitari e di assistenza medica, il monitoraggio dei diritti umani e il supporto di organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

Il 2001 è stato dichiarato Anno Internazionale del Volontariato, che ha contribuito all’attivazione di progetti sostenuti dai volontari.

Per il 2021 il tema della giornata internazionale del volontariato è “Volontari per un futuro comune”. Quest’anno, gli eventi organizzati per il 5 dicembre servono per ringraziare i volontari di tutto il mondo e anche per evidenziare le difficoltà e i bisogni dei volontari incontrati durante la pandemia.

 Dobbiamo riconoscere le azioni volontarie e mostrare l’impatto del volontariato durante la crisi COVID-19, perché “Con il volontariato, uniti siamo più forti

La Giornata Internazionale del Volontariato (IVD) è un’opportunità per promuovere e  sostenere le attività di volontariato e riconoscere i contributi dei volontari al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG).

Il volontariato è universale e, quando è accessibile a tutti

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ – 3 dicembre 2021

 

 Il 3 dicembre anche quest’anno si  celebra  la 
 
 GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ 

Istituita nel 1992 dall’ONU. ne promuove i valori e individua come impegno primario il superamento delle barriere fisiche, cognitive, sensoriali e culturali in ogni  luogo- 

I dati Istat dimostrano una sostanziale fragilità nel nostro Paese, con evidenti svantaggi per i disabili rispetto al resto della popolazione. 

il 5,2% della popolazione sono in  Italia   le persone con disabilità  a causa di problemi di salute  che  hanno  quindi  gravi limitazioni che impediscono a loro   di svolgere attività abituali giornaliere e gli anziani, uomini  e  donne –

25 novembre: Giornata internazionale contro la violenza sulle donne 

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne  

La Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è  nata per volere dell’ONU nel 1999 e celebrata ogni anno il 25 novembre, serve a ricordare che la violenza di genere è  ancora una realtà diffusa da combattere

 La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare in quel giorno attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.

In molti paesi, come l’Italia, il colore esibito in questa giornata è il rosso e uno degli oggetti simbolo è rappresentato da scarpe rosse da donna, allineate nelle piazze o in luoghi pubblici, a rappresentare le vittime di violenza e femminicidio. 

L’idea è nata da un’installazione dell’artista messicana Elina ChauvetZapatos Rojos, realizzata nel 2009 in una piazza di Ciudad Juarez, e ispirata all’omicidio della sorella per mano del marito e alle centinaia di donne rapite, stuprate e assassinate in questa città di frontiera nel nord del Messico, nodo del mercato della droga e degli esseri umani.  L’installazione è stata replicata successivamente in moltissimi paesi del mondo, fra cui Argentina, Stati Uniti, Norvegia, Ecuador, Canada, Spagna e Italia.

Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza . UNICEF

oggi è la Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, un giorno davvero speciale perché si festeggiano i diritti di tutti i bambini e i ragazzi del mondo.L’emozione è la stessa di quel 20 novembre 1989 quando la Convezione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza venne ratificata all’ONU e da allora ben 196 Stati hanno promesso di attuare e difendere i diritti di ogni essere umano tra zero e diciotto anni, facendola diventare il trattato sui diritti umani maggiormente ratificato nella storia.La Convenzione è anche legge italiana da trent’anni (legge 176/27 maggio 1991), e per celebrare questa ricorrenza abbiamo pensato di farti dono di divertenti schede didattiche che potrai scaricare e regalare a tutti i bambini che conosci: colorando e disegnando impareranno a conoscere quali sono i loro diritti.
SCARICA LE SCHEDE
CONDIVIDI SU Comitato Italiano per l’UNICEF – Fondazione Onlus – Via Palestro, 68 – 00185 Roma
Numero Verde 800745000
Codice Fiscale 015 619 205 86 | www.unicef.it
Per qualsiasi comunicazione con il Comitato Italiano per l’UNICEF – Fondazione Onlus utilizza il tuo codice donatore 32165331

8 settembre  una  data  che  gli  italiani  debbono sempre ricordare

8 settembre, settantasette anni fa - Patria Indipendente


l’8 settembre è in tutta Italia ricordata come la giornata dell’armistizio tra Italia e Alleati.
   .8  SETTEMBRE 1943

La  guerra  civile, l’Italia  divisa  in  due,  la  fuga  vergognosa  del  re E  DELLA  SUA  FAMIGLIA, l’esercitò  lasciato  a  se  stesso si  SFASCIò  ANDò  ALLO  SBANDO.

 INIZIò  LA  RESISTENZA

Nasce il Comitato di Liberazione Nazionale (CLN):

Nel nord Italia a Salò si forma la Repubblica Sociale Italiana voluta dai nazisti di Hitler per meglio poter operare sul territorio italiano.

 Apertura delle iscrizioni alla  sesta edizione del Master in “Brand Design and Management: food, wine and tourism”


Apertura delle iscrizioni alla  sesta edizione del Master in “Brand Design and Management: food, wine and tourism”    che si terrà nelle sedi di IED  di Firenze e di Barcellona.
ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN – FIRENZE
CAMBIANO ASPETTATIVE, BISOGNI E COMPORTAMENTI DI ACQUISTO NEI SETTORI ENOGASTRONOMICI E TURISTICO.IGOR ZANTI DIRETTORE DI IED FIRENZE: “NELLA RIPRESA GIOCHERA’ UN RUOLO FONDAMENTALE
LA CAPACITA’ DI OFFRIRE  NUOVE ESPERIENZE  EMOTIVE E CREATIVE”.


NASCE LA FIGURA DEL BRAND DESIGN E MANAGEMENT IN  FOOD, WINE AND TOURISM.
IED FIRENZE E BARCELLONA

In un periodo in cui i settori della ristorazione e del turismo hanno sofferto e molto, a causa delle restrizioni pandemiche, nella prospettiva di una rapida ripresa giocherà un ruolo fondamentale la capacità di offrire nuove esperienze emotive.
Oggi le persone non comprano solo beni e servizi, ma cercano storie e magia anche nei settori enogastronomici e turistico“, spiega Igor Zanti direttore di IED  Firenze.  “La gestione della relazione, con un approccio coinvolgente e creativo, sarà la chiave per riconquistare  la fiducia dei propri clienti.”.Ed è con questo obiettivo che IED Firenze apre la sesta edizione del Master in “Brand Design and Management: food, wine and tourism”   rivolto a  studenti e a giovani professionisti  – con un metodo interdisciplinare tra design, arte, lifestyle e moda – per sviluppare competenze manageriali nel settore ho.re.ca.ed essere in grado di costruire i valori  di un  brand, la sua identità, il tono di voce per comunicare e relazionarsi con i clienti,.
Il corso, annuale e in inglese,  si tiene  tra le sedi IED di Firenze (primo semestre) e di Barcellona (secondo semestre) ed  offre competenze trasversali nel service design applicato all’hospitality e al turismo, con un focus specifico sul food (Barcellona) e sul vino (Firenze).
Catalogna e Toscana sono due regioni che hanno costruito il valore del proprio brand sulla territorialità come chiave per la riconoscibilità globale. Grazie a questo Master, gli studenti avranno la possibilità di sperimentare le diverse metodologie di branding e project management di successo, in uso in due tra le più importanti destinazioni turistiche in Europa“, conclude Igor Zanti.
Per informazioni:https://www.ied.it/firenze/scuola-management/corsi-master/brand-designand-management-food-wine-and-tourism/CP02932E

G20 AMBIENTE: GLI ANIMALISTI SOSTENGONO IL RUOLO CHIAVE DEL CAMBIAMENTO ALIMENTARE

 

 G20 AMBIENTE: GLI ANIMALISTI SOSTENGONO IL RUOLO CHIAVE DEL CAMBIAMENTO ALIMENTAREOggi al Palazzo Reale di Napoli è in corso il G20 Ambiente.

Con l’avanzare del riscaldamento globale, le politiche ambientali non possono più essere soltanto di tutela, ma devono riguardare anche gli investimenti sull’energia, per decarbonizzare l’economia, passando dalle fonti fossili alle fonti rinnovabili.

In Italia questo cambio di prospettiva è stato sancito dal passaggio delle competenze sull’energia al Ministero dell’Ambiente, ribattezzato Ministero della Transizione ecologica.

L’industria della carne è una delle principali responsabili dell’emissione di gas serra nell’atmosfera, producendo il 14% delle emissioni globali.
Si tratta di un dato rilevante considerando che tale percentuale è più dell’intero settore dei trasporti. Il consumo di carne produce un impatto maggiore rispetto a quello delle emissioni di treni, macchine, aerei e camion.

“I dati parlano chiaro: è necessario cambiare le nostre scelte alimentari, a favore di una dieta priva di carne. Abolendo e riconvertendo in altre attività produttive questa filiera si avrebbe un impatto significativo sulle emissioni globali di CO2 e metano.
Auspichiamo che dal vertice in corso si concretizzi la consapevolezza del peso dei consumi spropositati di carne.

È proprio questo consumo spasmodico a ledere il diritto di milioni di persone a vivere in un pianeta più pulito e sano, nonché a prova di cambiamento climatico”, dichiarano gli Animalisti Italiani.

DOG FILM FESTIVAL: ECCO I VINCITORI!

  DOG FILM FESTIVAL: ecco i vincitori!

Si chiude la prima edizione della rassegna cine-letteraria dedicata all’universo del cane  con l’assegnazione di premi e menzioni speciali per le categorie in e fuori concorso.

A breve le opere dei Producers sul canale YouTube del festival e una pubblicazione editoriale per i racconti dei Writers Si chiude con l’assegnazione di premi e riconoscimenti speciali l’edizione zero del   Dog Film Festival , curato da  Marco Panella , prodotto da  Artix  con il patrocinio di  Croce Rossa Italiana  e  FNOVI-Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italian i e la collaborazione di  Radio Dimensione Suono Soft  e  Trip for Dog . Ottimo l’esordio per la rassegna cine-letteraria dedicata al cane e all’universo affettivo e culturale che lo rende protagonista di storie e relazioni con l’essere umano: 542 le produzioni audiovisive professionali giunte da tutto il mondo e 62 i racconti brevi sottoposti al Festival ed esaminati dalla Giuria
CONTINUA A LEGGERE