Il Miniset Benefico Just per sostenere la ricerca 

Da Fondazione Just Italia “Una soluzione geniale” con il Miniset Benefico Just

per aiutare la ricerca scientifica destinata all’infanzia

 Un esclusivo Miniset Benefico, composto da un beauty e da prodotti cosmetici svizzeri, promuove

il sostegno a un grande Progetto di Ricerca Medica:

donazione di 300.000 euro per indagare sul malfunzionamento del “Gene RAI1” responsabile di danni gravissimi allo sviluppo neurologico infantile

Il Miniset Benefico Just per sostenere la ricerca

Continua a leggere

Al via la settimana della Raccolta del Farmaco per i poveri: dal 9 febbraio al 15 febbraio

Al via la settimana della Raccolta del Farmaco per i poveri:
                
                              dal  9 febbraio  al  15  febbraio

Dal 2000, ogni anno, il secondo sabato di febbraio, migliaia di volontari di Banco Farmaceutico presidiano le farmacie che aderiscono all’iniziativa, invitando i cittadini a donare uno o più farmaci per gli enti caritativi del territorio. Ogni ente è collegato a una o più farmacie della propria provincia; il farmacista, in base alle indicazioni ricevute dagli enti, indirizza il cliente, suggerendo le categorie di farmaci di cui c’è maggiore ed effettivo bisogno. Inizialmente la GRF – che riguarda i soli farmaci senza obbligo di ricetta medica (over the counter) – si è concentrata sulle categorie più utilizzate: antinfluenzali, antinfiammatori e antipiretici.

Nelle farmacie che aderiscono all’iniziativa  si possono acquistare per donare uno o più prodotti da banco, che il Banco Farmaceutico provvederà a consegnare agli  enti assistenziali che si prendono cura dei poveri. 

Corso gratuito dedicato a persone con Parkinson, familiari e caregiver: ogni giovedì online dall’11 febbraio al 10 giugno.

Corso gratuito dedicato a persone con Parkinson, familiari e caregiver: ogni giovedì online dall’11 febbraio al 10 giugno.
Molti gli argomenti trattati dagli esperti nei 18 incontri di formazione, tra cui diritti del malato, alimentazione corretta, attività fisica, gestione della comunicazione in famiglia. L’idea nasce da studi che confermano come il coinvolgimento attivo del caregiver nel percorso di cura rallenti l’avanzare della malattia. Organizzano Confederazione Parkinson Italia e Fresco Parkinson Institute.

Dall’11 febbraio al 10 giugno, ogni giovedì alle ore 17

Continua a leggere

COVID. 15% FAMIGLIE FRAGILI A RISCHIO, SIPPS A ISTITUZIONI: APRIRE TAVOLO TRA PROFESSIONI

DI MAURO: DA SOLI NON SI VINCE POVERTÀ, FARE RETE PER IL FUTURO DEI GIOVANI

Roma, 2 febbraio – Ogni pediatra può trovare tra i suoi assistiti dal 10 al 15% di famiglie fragili che, tendenzialmente, diventeranno ancora più fragili. Dati che fanno scopa con l’allerta della Caritas sull’emergenza ‘nuovi poveri’ segnata da un +14% di persone cadute in situazioni di indigenza rispetto all’anno scorso.

Continua a leggere

Disabilità: corso gratuito di Training autogeno per il benessere dei genitori

Giovedì 21 gennaio, fino al 1° aprileTraining autogeno per affrontare lo stress quotidiano:

l’idea di Fondazione Ariel per sostenere le famiglie con disabilità

10 appuntamenti gratuiti e online condotti dalla psicoterapeuta Silvia Punzi

Nuova edizione per il corso di “Training autogeno” ideato dalla Fondazione Ariel e dedicato alle famiglie con bambini con disabilità. Un appuntamento settimanale, gratuito e online, che accompagnerà i genitori a ritrovare l’equilibrio per affrontare le fatiche quotidiane, rese ancora più complesse dalla permanenza forzata in casa, senza prospettive certe sul futuro.

Continua a leggere

In bici per aiutare l’Associazione Oncologica Milanese

 

 SOLIDARIETA’ A MILANO  02/40222118 oppure scrivere a info@amolavitaonlus.it  

In bici per aiutare

l’Associazione Oncologica Milanese  

impegnata nell’umanizzazione delle cure all’Ospedale San Carlo Borromeo     www.amolavitaonlus.it 

 Non è necessario essere dei “professionisti”, basta semplicemente avere il piacere di qualche pedalata in allegria insieme a tanti amici, per comunicare l’attenzione al malato oncologico e ai suoi familiari.

Continua a leggere

Attività fisica: protegge davvero il nostro cuore? 

  • Risultato immagini per ALT – Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari

 25 donne su 100 e 22 uomini su 100 sono assolutamente pigri
Attività fisica: protegge davvero il nostro cuore?
Risponde ALT con le nuove raccomandazioni europee per la salute cardiovascolare.

i soggetti attivi hanno un rischio di ictus più basso del 25-30% rispetto ai soggetti sedentari. Ad oggi 25 donne su 100 e 22 uomini su 100 sono assolutamente pigri, l’80% dei ragazzi dai 13 ai 15-anni non svolge attività fisica moderata eppure il movimento gioca un ruolo fondamentale nella salute cardiovascolare. Continua a leggere

Maculopatia e Retinopatia senile. Il Mese della Prevenzione

www.curagliocchi.it

Maculopatia e Retinopatia senile. Il Mese della Prevenzione
Conferenza stampa di presentazione giovedì 23 gennaio alle ore 11.30

Il Centro Ambrosiano Oftalmico (CAMO) in collaborazione con l’Ospedale San Raffaele di Milano e ASST H Fatebenefratelli-Sacco di Milano promuove
dal 23 gennaio al 28 febbraio 2020
la Campagna di Prevenzione della Maculopatia e Retinopatia senile
.
Questa importante iniziativa medico-sociale ha avuto nuovamente il patrocinio del Ministero della Salute, della Società Oftalmologica Italiana e di IAPB Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità. Continua a leggere

ALLARME INFLUENZA: I CONSIGLI PER COMBATTERLA



ALLARME INFLUENZA: I CONSIGLI PER COMBATTERLA
Uno studio dell’Osservatorio Grana Padano condotto su un campione di italiani rileva che la loro alimentazione non aiuta a fermare i virus e a migliorare i sintomi dell’influenza
(Desenzano del Garda, 21 gennaio 2020) – Il diffondersi dell’influenza sta aumentando e si ipotizza che il picco si raggiunga a fine gennaio. I fattori ambientali che favoriscono il diffondersi dell’influenza sono molteplici: sbalzi termici, freddo invernale e la permanenza in ambienti troppo caldi e affollati al lavoro, a scuola o nei momenti di svago al chiuso.

In effetti, non è solo colpa delle rigide temperature. Con la ripresa, dopo le vacanze natalizie, della piena attività di scuole e uffici, le possibilità di contagio sono aumentate ed è prevedibile un ulteriore incremento dei casi di influenza, che possono colpire sia l’apparato respiratorio che gastroenterico.

Per questo motivo l’Osservatorio nutrizionale Grana Padano OGP (vedi scheda in calce), con i suoi esperti, ha valutato le abitudini alimentari di 5500 italiani al fine di stilare i consigli per migliorare le difese immunitarie e affrontare al meglio l’influenza.

Dallo studio emerge che non si mangia la giusta quantità di frutta e verdura. In particolare, i giovani (anni 14-18) mangiano meno verdura rispetto agli adulti (anni 18-70): mediamente consumano, tra verdura cotta e cruda, 217 grammi, mentre gli adulti ne assumono 328 grammi. Tuttavia, entrambe le quantità non sono sufficienti rispetto a quanto raccomandano le linee guida della SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana), che consiglia 400 grammi di verdura al giorno in maggioranza cruda (mediamente 2 porzioni da 200 g cadauna tra cotta e cruda, come pomodori, sedano, finocchi, carote, ma anche zucchine, melanzane, carciofi, etc.). I giovani, infatti, mangiano circa il 60% della verdura quotidiana consigliata e gli adulti l’80%: in tutti e due i casi, si mangiano meno verdure di quante ne servirebbero per un’equilibrata alimentazione protettiva, soprattutto in questo periodo.

Non è solo il consumo di verdura ad essere insufficiente. La ricerca OGP rileva che, nel campione preso in considerazione, la quantità di frutta consumata per una corretta alimentazione protettiva è assolutamente scarsa. Di frutta, soprattutto quella di stagione, i ragazzi mediamente ne consumano 63 g, cioè meno di un’arancia al giorno, e non superano i 200 g totali quotidiani, a dispetto dei 450 g consigliati dalla SINU (in media 3 porzioni). Gli adulti, invece, arrivano a 290 g di frutta al giorno.

In presenza di sintomi influenzali, specie se coinvolgono il tratto gastroenterico, è fondamentale seguire una dieta specifica: “I sintomi dell’influenza includono tipicamente l’insorgenza improvvisa di febbre alta, mal di testa, perdita di appetito, affaticamento e mal di gola, spesso accompagnati da nausea, vomito e diarrea – spiega la Dottoressa Michela Barichella, medico specializzato in Scienza dell’Alimentazione del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano e responsabile UOS Nutrizione Clinica ASST G.PINI-CTO di Milano Sintomi che causano disidratazione e malnutrizione. L’alimentazione è fondamentale, poiché migliora le difese immunitarie soprattutto grazie alle vitamine e agli antiossidanti contenuti in frutta e verdura e ai fermenti lattici vivi che si trovano in latte fermentato e yogurt”.

Una buona alimentazione può aiutare nella difesa contro i virus influenzali, rafforzando il sistema immunitario e diminuendo i sintomi gastrointestinali causati dall’influenza.

Per esempio, la spremuta di frutta non è un’abitudine molto diffusa nella nostra popolazione e in media è assunta due, massimo tre, volte a settimana. Va ricordato che un succo di frutta o spremute pastorizzate a lunga conservazione, ma anche i frullati industriali, non possono sostituire la frutta fresca, o frullata che sia, in quanto le vitamine sono facilmente deperibili (termo e foto sensibili) e per questo la frutta andrebbe mangiata subito dopo essere stata tagliata o spremuta.

Infine, i ragazzi introducono non solo meno vitamine degli adulti, ma anche meno minerali. Si evidenziano infatti valori più bassi di ferro e zinco (un importante antiossidante), elementi che si trovano soprattutto in carne, uova, latte e derivati e frutta secca. Apprezzano poco anche lo yogurt, un alimento ricco di fermenti lattici, il cui consumo non è particolarmente elevato e non avviene tutti i giorni, come sarebbe raccomandato.

Continua a leggere

Punture di Insetti e Morsi di Animali: Come Intervenire 

Le Raccomandazioni dell’Associazione Mondiale

per le Malattie Infettive e I Disordini Immunologici (WAidid)

Dai ragni alle zecche, dalle zanzare alle pulci, dalle cimici agli imenotteri, passando per le meduse e le tracine, fino ad arrivare alle vipere. Al mare come in montagna, in Italia come in Paesi esotici, in estate sono sempre più frequenti le punture di insetti e i morsi di animali che, se non curati correttamente, possono rappresentare un rischio per la salute. L’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid) fornisce, quindi, alcune raccomandazioni utili per affrontare incontri (non proprio desiderati) con insetti e altri animali. Continua a leggere