PER IL VATICANO NESSUN’ARCA DI NOÉ?

PER IL VATICANO NESSUN’ARCA DI NOÉ?

Con l’inizio del nuovo anno pare che tornino in auge vecchie discriminazioni a discapito dei nostri fratelli animali.

Santo Padre, la capacità di amare non fa distinzioni. E chi si professa latore dell’amore universale non può discernere tra le creature, perché sono tutte opera di Dio”, così esordisce Walter Caporale, Presidente degli Animalisti Italiani, nella lettera scritta a Papa Francesco, in merito al divieto della presenza di cani e gatti in tutti gli immobili di proprietà del Vaticano.

Continua a leggere

“Stop all’allevamento di animali da pelliccia in Italia se non vogliamo mettere a rischio la validità del vaccino”

Si segnala l’appello lanciato da Humane Society International (HSI), in merito alla necessità di mettere in pratica subito 6 misure di emergenza per arginare la possibilità che si produca una nuova variante di Covid-19 negli allevamenti di animali da pelliccia.

HSI è l’unica organizzazione attiva a livello locale e internazionale per proteggere tutti gli animali con campagne globali e attività sul campo in più di 50 paesi. 

Continua a leggere

PROBLEMI DEGLI ANIMALI A ROMA: MARTEDÌ 19 UNA TAVOLA ROTONDA ONLINE E APERTA A TUTTI

PROBLEMI DEGLI ANIMALI A ROMA: MARTEDÌ 19 UNA TAVOLA ROTONDA ONLINE E APERTA A TUTTI

“NON C’È TRIPPA PE’ GATTI”: MARTEDÌ 19 UNA TAVOLA ROTONDA ONLINE E APERTA A TUTTI SUI PROBLEMI DEGLI ANIMALI A ROMA

Saranno dei veri e propri Stati Generali delle associazioni animaliste.

Sarà l’occasione per mettere a nudo le principali problematiche degli animali nella Capitale.

Si chiama “Non c’è trippa pe’ gatti” l’evento online organizzato da Animalisti Italiani, Enpa, Lav, LNDC e Oipa per martedì 19 gennaio.

Moderato dall’attore e strenuo difensore degli animali, Massimo Wertmuller, il confronto potrà essere seguito a partire dalle ore 18:00 sulle pagine Facebook delle sedi locali delle associazioni promotrici, alle quali si sono poi aggiunte anche Amant Odv, Ava, I Gatti di Torpignattara e Io Libero Avcpp. A dimostrazione – questo – della grande importanza data dalle sigle a questo appuntamento.

In vista delle prossime elezioni comunali, le principali associazioni della nostra città intendono infatti fotografare la condizione degli animali a Roma, anche per mettere a punto un manifesto programmatico da presentare ai prossimi candidati Sindaco di Roma Capitale. A questi, le sigle chiederanno un impegno formale, articolato in modalità e tempi di realizzazione di progetti e iniziative, per cambiare in meglio la nostra città.

Ogni associazione svolgerà un tema: dalla situazione nei canili a quella del Bioparco, dalle botticelle alle colonie feline, fino alla presenza in città di cinghiali, storni e gabbiani.

Chiunque potrà collegarsi su una delle pagine facebook delle associazioni animaliste, in maniera assolutamente gratuita.

 QUESTO È IL PROGRAMMA DI “NON C’È TRIPPA PE’ GATTI”:

18:00 Gli obiettivi di questa iniziativa (Massimo Wertmuller)

18:05 Canili (Emanuela Bignami, Lndc e Giuseppe Villirillo, Io Libero Avcpp)

18:15 Zoo-Bioparco (Riccardo Manca, Animalisti Italiani)

18:25 Botticelle (David Nicoli, Lav)

18:35 Soccorso animali, emergenze abitazioni, freddo, accumulatori animali (Maurilia Amoroso, Enpa)

18:45 Colonie feline (Luciana Angelini, I Gatti di Torpignattara e Maurilia Amoroso, Enpa)

18:55 Controlli e Guardie zoofile (Claudio Locuratolo, Oipa)
19:05 Ufficio comunale animali, consiglieri/assessori/sindaci e promesse per gli animali (Gianluca Felicetti, Lav)

19:15 Cinghiali, storni, gabbiani, tartarughe e… (Riccardo Manca, Animalisti Italiani)

19:25 Biodiversità animale e verde urbano (Annamaria Procacci, Enpa)

19:35 Circhi, spettacoli, fiere, vendita ambulante (Federica Mazzei, Lav)

19:45 Randagismo, gatti vaganti, cani di quartiere, allevamenti nelle periferie (Cristina Valeri, Amant)

19:55 Educazione al rispetto degli animali e alimentazione nelle scuole (Franco Libero Manco, Ava)

20:05 Il nostro lavoro continua… (Massimo Wertmuller)

Continua a leggere

UCCISI CERVI A LIVIGNO – LA CACCIA SPEGNE LA VITA E LA COSCIENZA

LA CACCIA SPEGNE LA VITA E LA COSCIENZA

Dopo l’immonda esecuzione avvenuta a Roma ai danni della Mamma cinghiale con i suoi cuccioli, i cacciatori non perdono occasione per manifestare al mondo intero la loro ignominia.
Due cacciatori sono stati denunciati a Livigno(SO), per aver ucciso una Mamma cerva e il suo cerbiatto dopo averli abbagliati con i fari dell’auto.

Questi 2 assassini legalizzati hanno ancora una volta spezzato l’amore più grande che esista al mondo, la madre allattante e il suo piccolo.
La polizia provinciale ha fermato il fuoristrada dei due, facendo un’orrenda scoperta: nel portabagagli il corpo del cerbiatto appena ucciso era ancora sanguinante.
I cacciatori hanno sparato senza la minima esitazione a madre e figlio da una strada vicina ad alcune case abitate con l’aggravante di aver prima abbagliato con i fari dell’auto gli animali vittime di questo ennesimo scempio.

Continua a leggere

Terza edizione del Cammino per gli animali: proteggiamo i diritti dei più deboli!

Terza edizione del Cammino per gli animali: proteggiamo i diritti dei più deboli!

TERZA EDIZIONE DEL CAMMINO PER GLI ANIMALI: PROTEGGIAMO I DIRITTI DEI PIÙ  DEBOLI! – Animalisti Italiani Onlus
Il 22 settembre 2020 ha preso il via la terza edizione del Cammino per gli Animali, l’itinerario per manifestare in favore dei diritti degli animali.L’obiettivo è rimettere al centro del dibattito la questione animale. Per far questo un numeroso gruppo di persone che è cresciuto sempre più si è unito lungo il viaggio a piedi da Assisi a Roma. È proprio grazie agli uomini e alle donne che si mettono in gioco che si può apportare un vero e proprio cambiamento in questo mondo.Il Cammino per gli animali, nasce nel 2018 dall’idea di Angelo Vaira agevolatore della relazione con cane, zooantropologo e fondatore della Scuola per educatori cinofili “ThinkDog”.È un gesto di compassione attiva per tutte le creature. Una manifestazione pacifica per portare l’amore per gli animali di San Francesco a Papa Francesco e chiedere a Sua Santità di prendere una posizione ancor più chiara e definitiva per evitare a miliardi di animali le grandi sofferenze che infliggiamo loro ogni anno, contravvenendo al mandato d’amore conferito da Dio all’uomo.Occorre portare a pieno compimento l’Enciclica “Laudato Si’”, che solleva così bene il tema dell’interdipendenza: infatti la produzione di carne è la principale causa di deforestazione, inquinamento idrico, surriscaldamento globale. In un tempo come questo, in cui la pandemia globale ha cambiato le abitudini di vita di tutti, proprio a causa di una sospetta zoonosi, è necessario rivedere il rapporto uomo-animale.Se Dio è un Dio d’amore, come potrebbe desiderare sofferenza per le sue creature? Res Creata, Res Sacra. La Creazione è sacra.Gli Animalisti Italiani che avevano supportato la seconda edizione del cammino ritenendo, questo, un progetto assolutamente importante, si sono uniti per un saluto simbolico con il loro Vice Presidente Riccardo Manca nella giornata di domenica, 4 ottobre, data in cui ricorre San Francesco d’Assisi e in cui i pellegrini sono arrivati a Roma per la tappa conclusiva. Quest’anno Angelo Vaira incontrerà il Papa mercoledì 7 ottobre, sempre che non ci siano restrizioni per via del Covid.

MANIFESTAZIONE MACACHI LIBERI

INSIEME PER LE VITTIME DI UNA FALSA SCIENZA

Cittadini, attivisti e tantissime associazioni di protezione animale saranno al fianco degli Animalisti Italiani che continuano a lottare per chiedere la liberazione dei sei macachi destinati a perdere prima la vista, e poi la Vita a causa di una sperimentazione inutile che si osa qualificare come “ricerca”.

Il movimento “Macachi Liberi” è tornato nella città di Roma, sede di tutte le decisioni istituzionali.
Saremo protagonisti di un “particolare flash mob”, una forte provocazione per scuotere la coscienza di chi potrebbe agire salvando la vita a degli esseri inermi e indifesi e invece non lo fa.
Per questo, venerdì 9 ottobre 2020 alle ore 10, davanti al Ministero della Salute, in Via Lungotevere Ripa, 1, saremo in prima linea per manifestare tutto il nostro dissenso contro la persecuzione dei macachi, innocenti vittime di torture che li condurranno alla morte a causa del progetto Light Up.
Saremo tutti insieme per chi non può nemmeno piangere!

Continua a leggere

Animalisti Italiani in Tribunale a Trento per le orse Daniza e Kj2, vittime della crudeltà umana

Era il 2010 quando in Trentino iniziarono i primi problemi con gli orsi.
I casi più eclatanti riguardarono l’uccisione delle mamme orso: Daniza, ammazzata nel 2015 dal veterinario che doveva sedarla e Kj2 fucilata a morte, nell’agosto 2017, durante le operazioni di cattura da parte dei forestali.
In entrambi i casi la scia di sangue era stata voluta dalle ordinanze dell’ex Presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi. Oltre all’ex Presidente Rossi, c’è un procedimento a carico anche del dirigente del Servizio Fauna, Maurizio Zonin. Entrambi, nella giornata odierna sono stati convocati in tribunale a seguito del loro precedente rinvio a giudizio.

Continua a leggere

LA FAUNA LOCALE COME NEMICO DA COMBATTERE? INFORMAZIONE A SENSO UNICO A “LA VITA IN DIRETTA” SU RAI1

LA FAUNA LOCALE COME NEMICO DA COMBATTERE? INFORMAZIONE A SENSO UNICO A “LA VITA IN DIRETTA” SU RAI1

Durante le puntate del 15 e 16 settembre u.s. della trasmissione La Vita in Diretta si è parlato della fauna selvatica come un “nemico da combattere”.
Il “presunto” orso M49 viene descritto come un potenziale terrorista, stesso trattamento per i lupi.

Continua a leggere