Dalla Lav- che ha soccorso e salvato Vittoria, una bellissima cagnolina abbandonata tra le sterpaglie. Aveva le zampe legate con del nastro adesivo 



durante le attività di soccorso per le alluvioni in Sicilia con l’Unità di Emergenza LAV, abbiamo soccorso e salvato Vittoria, una bellissima cagnolina abbandonata tra le sterpaglie. Aveva le zampe legate con del nastro adesivo per impedirle di muoversi e scappare e una museruola, anch’essa fissata con dello scotch, le rendeva quasi impossibile respirare e abbaiare!
Il suo sguardo terrorizzato, impresso in quegli occhioni scuri, è un’immagine che non dimenticherò mai!
Ornella, riesci ad immaginare il dolore provocato dal nastro attaccato al pelo, l’asfissia, l’impossibilità di chiedere aiuto? Al dolore fisico, poi, si aggiunge la delusione dell’abbandono da parte di qualcuno del quale lei si fidava. 
Dopo il recupero è stata trasportata in ambulatorio, ci siamo occupati delle sue cure e abbiamo sporto denuncia contro ignoti.
Lì, le avevo promesso che sarei tornata a riprenderla: volevo dimostrare a Vittoria che era possibile ricominciare a fidarsi degli esseri umani. 

E così ho fatto! Oggi Vittoria si trova in un rifugio vicino Roma, ma un lungo percorso riabilitativo la aspetta.  non sarà facile superare i traumi e rimarginare le profonde ferite che l’hanno segnata, ma con il tuo aiuto possiamo farcela! io  personalmente  aggiungo:  
CHI  SONO  QUESTI  BASTARDI  DELINQUENTI,  MALEDETTI  LORO  LA  LORO  PROGENIA  E I  LORO  DISCENDENTI

L’indagine dell’Osservatorio Quattrozampeinfiera 2022 sulle abitudini dei possessori di animali da compagnia

Oltre il 90% degli italiani ha applicato il microchip al proprio animale  domestico

Oltre il 90% degli italiani ha applicato il microchip al proprio pet

La ricerca è stata svolta a Milano, Bologna, Vicenza, Roma e Napoli: tappe in cui è stata presentata la manifestazione pet più importante d’Italia.

Per il nord circa il 70% degli intervistati ha stipulato un’assicurazione

Notizie buone per il mondo animale. Oltre il 90% degli italiani ha applicato il microchip al proprio pet. Una prassi importante per ufficializzare l’esistenza del proprio figlio peloso e uno uno dei metodi più sicuri per aiutarlo a tornare a casa in caso di smarrimento. Il cane rimane il primo pet presente nelle case degli italiani (circa l’80%) e chi possiede anche un gatto, il 60% ha microchippato entrambi e porta in detrazione fiscale le spese.

Continua a leggere

PESTE SUINA: ALLARME PER LA SALUTE UMANA. ANIMALISTI ITALIANI CHIEDE IMMEDIATA CHIUSURA CACCIA PER EVITARE CONTAGI

  • 8 Gennaio 2022

Mentre tutti i riflettori sono puntati sull’acutizzarsi della diffusione della variante omicron del coronavirus, dopo alcuni casi di influenza aviaria che imperversa nel regno animale dalla Finlandia alla Russia, dal Canada all’India fino ad alcuni casi isolati ad Ostia nel Lazio, ora è il turno della peste suina africana.

Continua a leggere

GIORNATA MONDIALE DEL SUOLO 2021 – 5 dicembre

GIORNATA MONDIALE DEL SUOLO 2021 – 5 dicembre

Fermare la salinizzazione del suolo, aumentarne la produttività

#GiornataMondialedelSuolo

Il 5 dicembre si celebra la Giornata Mondiale del suolo, istituita nel 2014 dalla FAO con l’obiettivo di promuovere la salvaguardia di questa risorsa, per il suo ruolo vitale nello sviluppo e nel mantenimento della vita sul nostro pianeta.

. La Giornata Mondiale del Suolo 2021 ha  lo  scopo di  aumentare la consapevolezza dell’importanza di mantenere sani gli ecosistemi e il benessere umano per

                                      “Fermare la salinizzazione del suolo, aumentarne la produttività”

La salinizzazione e la sodificazione del suolo sono processi di degradazione del suolo e minacciano gli ecosistemi e sono uno dei più gravi problemi globali per la produzione agricola, la sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile-.

IL DIARIO DI TURI, LA STORIA DI UN AMORE SENZA LIMITI

IL DIARIO DI TURI, LA STORIA DI UN AMORE SENZA LIMITI.

  Il Diario di Turi, la storia di un amore senza limiti.   
Il diario di Turi, un libro aiuterà un canile
La storia tra un’umana e il suo amato bulldog francese, diviene libro al fine di raccogliere fondi per migliorare la vita in un canile e, chissà, far adottarne gli ospiti a quattro zampe al fine di portare sorriso e salute agli esseri due zampe

Il Diario di Turi, la storia di un amore senza limiti.  Un cane e la sua padrona e le loro storie surreali,  adesso sono un libro per aiutare i pelosi meno fortunati

Il libro “Il diario di Turi” sarà in vendita al costo di dieci euro attraverso i canali social di Emilia Doriana Mignemi e a Catania presso Animal Brending via Oberdan, Hobbyzoo via Messina, Bonù corso Italia.  Catania, 24 novembre 2021  –

L’amore non ha prezzo e gli animali sono gli esseri che donano senza aspettarsi nulla.  La storia di Emilia e di Turi, il suo bulldog francese, è diventata un libro che renderà la vita di tanti cani meno fortunati e dei volontari ……
CONTINUA A LEGGERE

Giovedì 26 agosto è l’International Dog Day

Giovedì 26 agosto è  la Giornata mondiale del cane, è  l’ occasione anche    per sensibilizzare contro il  vigliacco e  delinquenziale  fenomeno  dell’abbandono.

Se  non  potete  tenerlo  un  cane  o  un  altro  animale,  fate  a  meno  di  prenderlo.

                NON     ABBANDONATELO

 A  VOI  PIACEREBBE  ESSERE  ABBANDOATI, DIMENTICATI?

Il cane è festeggiato NON  SOLO  IL  26  AGOSTO  MA  ANCHE  IN  anche in altre 5 date, TRA maggio E  dicembre, ecco  in  quali  occasioni  il cane in ufficio, i cani randagi, i cani senza razza, e per   altre  occasioni  che  rendono   onore  al  cane.

La ricorrenza è NATA  nel 2004 negli Stati Uniti, per iniziativa dell’esperta di animali domestici Colleen Paige.
La data del 26 agosto si riferisce al giorno in cui la famiglia di Colleen adottò il primo cane, quando lei aveva 10 anni. Da allora, gli animalisti di vari Paesi in tutto il mondo hanno dato voce alla sua iniziativa di dedicare una giornata ai cani, che oggi si festeggia ovunque.

G20 AMBIENTE: GLI ANIMALISTI SOSTENGONO IL RUOLO CHIAVE DEL CAMBIAMENTO ALIMENTARE

 

 G20 AMBIENTE: GLI ANIMALISTI SOSTENGONO IL RUOLO CHIAVE DEL CAMBIAMENTO ALIMENTAREOggi al Palazzo Reale di Napoli è in corso il G20 Ambiente.

Con l’avanzare del riscaldamento globale, le politiche ambientali non possono più essere soltanto di tutela, ma devono riguardare anche gli investimenti sull’energia, per decarbonizzare l’economia, passando dalle fonti fossili alle fonti rinnovabili.

In Italia questo cambio di prospettiva è stato sancito dal passaggio delle competenze sull’energia al Ministero dell’Ambiente, ribattezzato Ministero della Transizione ecologica.

L’industria della carne è una delle principali responsabili dell’emissione di gas serra nell’atmosfera, producendo il 14% delle emissioni globali.
Si tratta di un dato rilevante considerando che tale percentuale è più dell’intero settore dei trasporti. Il consumo di carne produce un impatto maggiore rispetto a quello delle emissioni di treni, macchine, aerei e camion.

“I dati parlano chiaro: è necessario cambiare le nostre scelte alimentari, a favore di una dieta priva di carne. Abolendo e riconvertendo in altre attività produttive questa filiera si avrebbe un impatto significativo sulle emissioni globali di CO2 e metano.
Auspichiamo che dal vertice in corso si concretizzi la consapevolezza del peso dei consumi spropositati di carne.

È proprio questo consumo spasmodico a ledere il diritto di milioni di persone a vivere in un pianeta più pulito e sano, nonché a prova di cambiamento climatico”, dichiarano gli Animalisti Italiani.

 L’estate è appena iniziata e in Trentino un altro orso è già in pericolo di vita


 L’estate è appena iniziata e in Trentino un altro orso è già in pericolo di vita.
Si tratta di M62: suo fratello, M57, è stato catturato e rinchiuso al Casteller solo un anno fa. Cosa accomuna quindi M62 con M57 o con M49, l’orso conosciuto come Papillon? Le minacce che pendono sulle loro teste per essersi semplicemente comportati da orsi. La situazione di M62 è, però, ancora più urgente: su di lui, infatti, pende una condanna a morte.
M62 è stato avvistato nei pressi del centro urbano di Andalo a giugno, dove cercava cibo nei cassonetti. Il cibo è un richiamo per gli orsi e, nonostante la Provincia abbia iniziato un percorso di sostituzione dei cassonetti standard con quelli anti-orso ormai 12 anni fa, ancora non è riuscita a portarla a termine. Adesso, a causa dell’inefficienza della Provincia, un altro orso rischia la vita!

Da fine giugno, M62 indossa un radiocollare: secondo le linee guida provinciali, se dovesse avvicinarsi altre 2 volte al centro urbano si potrà procedere con la sua esecuzione.
Ornella, tutto questo è inaccettabile! Gli animali che vivono liberi nel loro habitat non possono continuare a pagare per le inadempienze degli esseri umani!